Sabato, Luglio 10, 2021 - 20:45
Ingresso: 12 € (intero), 10 € (ridotto)

Marcello Allulli – Sax Tenore
Francesco Diodati – Chitarra
Ermanno Baron - Batteria

 

Una totale fiducia reciproca che si traduce in concerti carichi di tensione emotiva in cui rapide sferzate noise si alternano a momenti lirici, cori di sinuose melodie si sovrappongono a incastri ritmici complessi. MAT è un getto sonoro dalle dinamiche estreme che tengono con il fiato sospeso fino all’ultima nota. Il trio nasce nel 2007 e presto si fa notare per la profonda e spregiudicata ricerca in cui suoni acustici ed elettronici si fondono indissolubilmente. D’altronde il percorso di Marcello Allulli, Ermanno Baron e Francesco Diodati parla chiaro: una formazione cominciata nei conservatori, seminari e workshop di jazz e musica classica che si sviluppa fra frequenti session informali, residenze artistiche, viaggi e concerti in tutto il mondo.

La band presenterà il nuovo disco "In Front Of", uscito per la Tuk Music. Una storia di 8 capitoli dove tutti i musicisti sono autori, interpreti ed arrangiatori. Il disco è la sintesi di un pensiero sempre in movimento che ha portato il MAT ad essere un gruppo dove ogni componente è parte attiva e pensante di ogni dettaglio; il risultato della ricerca di tre persone che hanno la necessità di mettersi continuamente in discussione musicalmente e di lavorare insieme sul mistero che la musica e l’arte portano con sé.
Tutti i brani sono stati registrati in presa diretta senza editing nella stanza principale del Cicaleto Studio Recording come se fosse un live immaginario e sono frutto dell’interpretazione spontanea del gruppo, nella forma e nei contenuti musicali di ogni pièce.
Il suono del trio come un unicum organico è infatti il filo conduttore attraverso il quale seguire un racconto musicale fatto di ballate struggenti, ritmi serrati, astrazioni oniriche: In front of è la title track composta da Baron; River, Brothers e Song for Migrants sono di Diodati, Ornette, Perché ed Edele sono composte da Allulli. Impro River è l’ultimo brano del cd, un momento di composizione spontanea libero e immaginifico.
Una produzione artistica che guarda anche all’arte visiva attraverso l’incontro con Bankeri, autore dell’opera in copertina - King Kong R'n'R - e dei particolari all’interno del disco – Stardust.

Luogo di spettacolo

Giardino Scotto
Lungarno Fibonacci
Pisa (PI)