Jazz Campus
Domenica, Novembre 10, 2019 - 11:00
Ingresso: 8 € (intero); 6 € (ridotto I Love Auditorium); 4 € ridotto allievi Conservatori e Scuole di Musica

LUIGI ONORI presenta Il Jazz Che Spezza Le Catene
4 incontri per rileggere la storia in musica, dalla rappresentazione della schiavitù alla centralità africana

Wynton Marsalis e il suo oratorio: “Blood on the Fields

Nel 1994 il celebre trombettista, originario di New Orleans, compose un oratorio in ventuno episodi per narrare la schiavitù. Lo fece – e ciò sarà oggetto dell’incontro – utilizzando tre personaggi/voce che incarnavano due deportati nelle Americhe (il principe africano Jesse e la popolana Leona) ed uno schiavo “resistente” (Juba), che aveva una funzione individuale-collettiva rappresentando la memoria corale. Si scopriranno pertanto i meccanismi narrativi, strumentali, vocali che Marsalis (in collaborazione con David Barger) ha utilizzato per dare corpo a “Blood on the Fields”, attingendo sì al jazz ma a ritroso anche a work-song, spiritual, blues, gospel…

Luogo di spettacolo

Casa del Jazz
viale di Porta Ardeatina 55
Roma (RM)