Venerdì, Maggio 12, 2017 - 22:45
Ingresso: 15 €

Aruan Ortiz: pianoforte
Brad Jones: contrabbasso
Gerald Cleaver: batteria

Definito dal network statunitense BET Jazz come “l’ultimo talento cubano approdato negli Stati Uniti”, Aruan Ortiz è tra le figure più interessanti del panorama pianistico contemporaneo. Produttore, insegnante e compositore di fama internazionale, Ortiz si definisce semplicemente “una persona curiosa che ama la musica”. Il suo stile musicale è una fusione tra le sue origini di musicista classico e le radici afro-cubane, elementi distintivi nella sua crescita personale e artistica. Nel corso degli anni ha ricevuto numerosi premi e recensioni. Approdato a New York nel 2008, ha suonato con il Wallance Roney Quintet, incidendo poi cinque dischi, accolti favorevolmente e sostenuti dalla critica musicale.
Il suo ultimo album, “Hidden Voice” (Intakt Records 2016), è un catalizzatore della sua formazione musicale e artistica. Quanto più questo disco viene ascoltato, interiorizzando e familiarizzando con le melodie, tanto più emergono all’orecchio di un ascoltatore attento temi musicali frammentati e nascosti.
Tra le numerose collaborazioni in sala di registrazione e in tournée ricordiamo quelle con Esperanza Spalding, Joe Lovano, Terri Lyne Carrington, Andrew Cyrille, Oliver Lake, Rufus Reid, Henry Grimes, Cindy Blackman-Santana, Don Byron, Lenny White, Greg Osby, e Wallace Roney.

Luogo di spettacolo

Teatro Verdi di Pordenone
viale Franco Martelli
Pordenone (PN)