Con “Raccontami Valdarno Jazz”, in programma mercoledì 23 gennaio a Terranuova Bracciolini (Sala della biblioteca Le Fornaci, ore 21.30), si alza il sipario sulla 33/ma edizione del Valdarno Jazz Winter, il festival diretto dai musicisti Daniele Malvisi Gianmarco Scaglia, in collaborazione con Music Pool e Valdarno Culture. Un incontro che anticipa l'edizione 2019 del festival che si terrà dal 9 febbraio al 27 aprile nei comuni di Loro Ciuffenna, Terranuova Bracciolini, Figline e Incisa Valdarno: sette i concerti e tredici gli appuntamenti, tra presentazioni di libri e guide all’ascolto, in calendario.

Il viaggio alla scoperta del jazz, firmato Malvisi e Scaglia, inizia sabato 9 febbraio all’Auditorium comunale di Loro Ciuffenna, con il concerto di XY Quartet, uno dei gruppi più apprezzati della nuova scena del jazz italiano, con Nicola Fazzini al sax alto, Alessandro Fedrigo al basso acustico, Saverio Tasca al vibrafono e Luca Colussi alla batteria. Un concerto preceduto alle 17 dalla guida all’ascolto del progetto XY tenuta da Alessandro Fedrigo nella sala della Biblioteca del Comune. 

All'Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini il 21 febbraio arriva “Metti un film in musica”, serata in collaborazione con la rassegna Cinema 9 e ½ , protagonista il Valdarno Jazz Collective, formato da Daniele Malvisi al sax, Mirko Pedrotti al vibrafono, Gianmarco Scaglia al contrabbasso e Paolo Corsi alla batteria e percussioni, impegnato a sonorizzare dal vivo un capolavoro del cinema muto; a seguire, il 23 febbraio, riflettori puntati su George Cables e Victor Lewis, due giganti della musica afroamericana, affiancati dal contrabbasso di Darryl Hall e il sax tenore del bolognese Piero Odorici; mentre domenica 10 marzo è il turno del trio formato dal contrabbassista Thomas Morgan, dal batterista Eric McPherson e dal pianista fiorentino Alessandro Lanzoni, reduci dalla registrazione a New York del loro ultimo lavoro.

Il Ridotto del Teatro Garibaldi di Figline ospita, il 14 marzo, Francesco Giustini Organic Trio; un progetto nato intorno alla figura di Francesco Giustini, considerato tra i migliori trombettisti emergenti nel panorama jazzistico italiano, accompagnato per l'occasione dall’organo hammond di Manrico Seghi e dalla batteria da Giovanni Paolo Liguori. Venerdì 22 marzo è la voce femminile di Giulia Galliani Mag Collective la protagonista di “Songs for Joni”, progetto che nasce dall’idea della trentenne cantante toscana di ripercorre e sviluppare la vicinanza della cantautrice canadese Joni Mitchell al jazz. Con lei sul palco dell'Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini, Matteo Addabbo (pianoforte, organo hammond), Andrea Mucciarelli (chitarra), Giovanni Benvenuti (sax), Marco Benedetti (basso e contrabbasso), e Andrea Beninati (batteria, percussioni, violoncello).

A chiudere il festival sabato 27 aprile il concerto del Collettivo Valdarno Musiche (VMC) per l’occasione al fianco di uno dei più grandi musicisti Italiani della scena contemporanea mondiale: il trombettista Fabrizio Bosso.

Ad arricchire il cartellone del festival, alcuni eventi collaterali. In programma: un invito all’ascolto con dibattito dal titolo “Metti un sogno in musica” curato da Daniele Malvisi (20 febbraio, Loro Ciuffenna)l’appuntamento sull’Hard Bop in compagnia di Alceste Ayroldi (23 febbraio, Terranuova Bracciolini) e infine, la guida all’ascolto dal titolo “Il Jazz in Ognuno di Noi” curata da Daniele Malvisi e Gianmarco Scaglia (mercoledì 20, Figline).

Tra gli altri appuntamenti di “Aspettando Valdano Jazz 2019”, da segnalare le presentazioni dei libri: “Giorgio Gaslini, non solo jazz” di Adriano Bassi (mercoledì 30 gennaio), e “Underdog, l’arte dello sfavorito” di Simone Gubbiotti (mercoledì 6 febbraio), entrambi ospitati nella sala della Biblioteca Le Fornaci di Terranuova Bracciolini alle ore 21.30.

Link al programma https://www.italiajazz.it/attivita/festivals-e-rassegne/valdarno-jazz-wi...

 

Pubblicato: Venerdì, Gennaio 18, 2019 - 14:23