Il Consiglio Direttivo di MIDJ - Musicisti Italiani di Jazz composto da Simone Graziano, Giovanni Taglialatela, Fabio Giachino, Simona Parrinello, Alessandro Fedrigo, Claudio Fasoli, Marcello Allulli, Claudio Angeleri e Anais Drago, ha eletto come Presidente Simone Graziano, al suo secondo mandato, e come Vicepresidente Gianni Taglialatela.

Così scrive Simone Graziano: “Sono davvero onorato di avere ricevuto il mio secondo mandato da Presidente dell’Associazione Nazionale Musicisti di Jazz. Nei prossimi due anni dovremo riuscire a concludere le importanti battaglie avviate: la legge sullo spettacolo dal vivo, con la conseguente riforma del mondo previdenziale, assistenziale e fiscale dei lavoratori dello spettacolo, il riconoscimento di una premialità per i musicisti improvvisatori e la creazione di un export office per l’esportazione del jazz al di fuori dei confini nazionali.

Accanto a queste grandi tematiche - prosegue Graziano - dovremo inserire una presenza attiva dell’associazione nella salvaguardia di valori etici a fondamento della nostra collettività quali la tutela dell’ambiente, la lotta contro ogni forma di discriminazione sia essa razziale, sessuale o di qualsiasi tipo, e la formazione a partire dall’infanzia. Oggi, dopo tutto ciò che abbiamo vissuto negli ultimi mesi, non possiamo più permetterci di non prendere in considerazioni tali valori, perché sono il fondamento della possibilità di svolgere una qualsiasi attività artistica o d’impresa. Dobbiamo dare vita a tutta la nostra immaginazione, per poter ricreare la possibilità di un futuro.”

Pubblicato: Lunedì, Giugno 15, 2020 - 09:24