Tutto pronto per l'edizione 2019 di Ancona Jazz Summer Festival, la quindicesima, organizzata come sempre dall'Associazione Spaziomusica. Un'edizione, in programma dal 1° al 18 luglio, caratterizza mai come questa volta dall'apertura verso altre discipline culturali, inserite in un programma musicale che vede protagoniste produzioni originali ed esclusive, oltre alla presenza di artisti giovani, del tutto nuovi per la scena italiana. 

Due i motivi conduttori del festival: il pianoforte e il canto. Si va dal giovane trio lussemburghese Reis-Demuth-Wiltgen, al trio di Matt Wilson con Rita Marcotulli (progetto originale), dal doppio concerto con il solo del pianista argentino Carlos Franzetti al nuovissimo trio di Stefania Tallini, per finire con la consueta serata polacca affidata al trio di Marcin Wasilewski, uno dei massimi pianisti della scena europea degli ultimi anni. I cantanti ospiti di questa edizione sono considerati i migliori al mondo fra i giovani sotto i trent'anni, vale a dire Jazzmeia Horn, anche immagine ufficiale del festival, e Charles Turner, il più convincente e fresco interprete della nobile tradizione vocale. 

Non mancano le esclusive: l'ormai decennale presenza della Colours Jazz Orchestra si avvarrà stavolta del contributo di Mats Holmquist, straordinario arrangiatore svedese per la prima volta in Italia, e della presenza come ospite del grande trombettista Fabrizio Bosso, tutti impegnati in una rilettura del repertorio di Herbie Hancock, fondamentale pianista e compositore che ha segnato la storia di questa musica. E le novità proseguono con il quartetto tutto israeliano del sassofonista Eli Degibri, protagonista assoluto nei massimi festival mondiali, del giovane ma stimatissimo chitarrista tedesco di stile manouche Gismo Graff,  e di un trombettista emergente, vincitore di tutti i referendum specifici, come Giacomo Tantillo

Numerosi gli eventi collaterali: la performance multimediale dedicata a Hugo Pratt a cura del grande fotografo Pino Ninfa, con accompagnamento dal vivo di Giovanni Falzone; la presentazione del recente libro dedicato a Joao Gilberto dell'autore Francesco Bove; la sonorizzazione del film muto Cenere del 1916, unico documento dell'indimenticabile Eleonora Duse, eseguita dal duo formato dal pianista Giovanni Ceccarelli e dal sassofonista Marcello Allulli; un'esposizione fotografica dedicata alle donne nel jazz a cura del fotografo marchigiano Carlo Pieroni (1-11 luglio); un workshop specifico per arrangiatori tenuto da Mats Holmquist; un interessantissimo workshop di fotografia (5-6 luglio) guidato da Pino Ninfa che coinvolgerà i musicisti jazz e spazierà in tutta la città.

Ancona Jazz Summer Festival è un progetto realizzato grazie al sostegno economico da parte del Comune di Ancona, Regione Marche e Mibac, e anche al contributo erogato tramite Art Bonus del Gruppo Zaffiro e dall'Azienda Agricola Moroder

Programma al link https://www.italiajazz.it/attivita/festivals-e-rassegne/ancona-jazz-summer-festival

 

Pubblicato: Lunedì, Luglio 1, 2019 - 10:26