Release Date: 15/10/09
Artisti:
Codice: nBn/003

 

Conduction3

Carlo Alberto Canevali Trio

Achille Succi: bass clarinet, clarinet, alto sax

Yuri Goloubev: bass

Carlo Alberto Canevali: drums

Conduction® (conducted interpretation/improvisation): is a vocabulary of ideographic signs and gestures activated to modify or construct a real-time musical arrangement or composition created and developed by Butch Morris. Each sign and gesture transmits generative information for interpretation by the individual and the collective, to provide instantaneous possibilities for altering or initiating harmony, melody, rhythm, articulation, phrasing, or form.

Conduction3 is inspired by the work of Morris and stands as research of  substance and form of expression through manipulation of written material, extemporaneous composition and the attention to performing gesture, linking element between  emotional impulse that generates and timbre that expresses it.

Conduction3 is a tribute to that subtle form of non-verbal communication between members of a trio format. Communication is made up of glances, grimaces, smiles, small movements of the body, silences that indicate precisely where the music will be directed. Each player captures and transmits these signals and is both conductor and performer of music at the same time.

Conduction3 is a tribute to this magic. 

Conduction  è un termine che indica   un modo di dirigere organici di ampie dimensioni, creato e sviluppato dal maestro Butch Morris, nel quale la gestualità ricopre un ruolo determinante, in grado di alimentare, attraverso le molteplici sfumature del gesto, una musica che non è mai uguale a se stessa. Conduction3 si ispira al lavoro di Morris ma non è lo stesso tipo di musica. Conduction3 si pone come ricerca della sostanza e della forma espressiva attraverso la manipolazione di materiale scritto, la composizione estemporanea e la cura del gesto esecutivo, elemento di congiunzione tra l’impulso emotivo che lo genera ed il timbro che lo esprime. Conduction3 è un omaggio a quella forma sottile di comunicazione non verbale che si instaura tra i membri di un piccolo gruppo. È una comunicazione fatta di sguardi, smorfie, sorrisi, piccoli movimenti del corpo, silenzi che indicano in modo preciso dove la musica sarà diretta. Nell’atto del suonare ogni musicista coglie e trasmette questi segnali ed è allo stesso tempo conduttore ed esecutore della musica. Questo soprattutto nell’ambito dell’improvvisazione totale ma anche nell’atto interpretativo di una melodia. Ogni musicista deve entrare in sintonia con questa forma di comunicazione per poter fare musica.

Conduction3 è un omaggio, in trio, a questa magia.

 

 

DOWNLOAD