Domenica, Aprile 9, 2017 - 21:15
Ingresso: 15 € (intero), 13 € (ridotto)

ROBERTO GATTO INTERNATIONAL
Javier Vercher – sax tenore;
Sam Yahel – pianoforte;
Dario Deidda – basso;
Roberto Gatto – batteria
Roberto Gatto artist in residence

La prima notorietà di Roberto Gatto (nato a Roma nel 1958) risale al 1975, anno di debutto del Trio di Roma, co-diretto assieme ad altri due musicisti destinati come lui a segnare profondamente la storia del jazz nazionale: Danilo Rea ed Enzo Pietropaoli. Da allora, nel corso di quarant’anni di carriera, Gatto si è imposto come l’esempio più rappresentativo della batteria jazz italiana. Le sue indiscutibili doti tecniche lo hanno reso uno dei batteristi più ricercati sia dai leader italiani (Enrico Rava, Franco D’Andrea, Enrico Pieranunzi) che dai più importanti artisti stranieri di passaggio dalle nostre parti (Johnny Griffin, George Coleman, Curtis Fuller, Chet Baker, Joe Zawinul, Pat Metheny).

Dopo aver svolto per lungo tempo il ruolo di sideman di lusso, Gatto si sta ora concentrando principalmente sulla sua attività da leader, facendo la spola tra Roma e New York, città di riferimento per alcune delle più sorprendenti formazioni ideate dal batterista in tempi recenti. E proprio dall’esperienza statunitense viene la collaborazione con Sam Yahel, figura di spicco dell’attuale scena est coast. Ma il nuovo quartetto International del batterista romano si apre anche a inedite geografie, con l’inserimento del portentoso sax tenore dello spagnolo Javier Vercher (anche lui ben radicato nella scena newyorkese): una voce solistica di incredibile spessore.

Il concerto di Gatto sarà anche l’ultima occasione per esplorare gli scatti di Mario Sabbatani, oggetto della mostra fotografica “Jazz da incorniciare”, allestita al “Cassero” Teatro Comunale.

 

Luogo di spettacolo

Teatro Il Cassero
Via Matteotti 2
Castel San Pietro (BO)

Teatro Comunale di Castel San Pietro