In primo piano

Torna l'appuntamento con CremonaJazz, una rassegna 'giovane' che vuole proporsi come punto di riferimento per il nord Italia.

Per questa terza edizione, in programma dal 25 aprile al 27 maggio, un cartellone di assoluto livello artistico con prestigiosi nomi della musica internazionale. Quattro serate caratterizzate da una varietà di stili e linguaggi che lasceranno il segno nella storia culturale della città.

La splendida cornice, altra protagonista della rassegna cremonese, è quella dell'Auditorium Giovanni Arvedi, progettato dall’architetto Giorgio Palù insieme all’ingegner Yasuhisa Toyota. Proprio l'Auditorium, infatti, con la sua sinuosa architettura e la sua perfetta acustica, è alla base delle scelte artistiche del festival. Sul palco, quindi, musicisti e progetti squisitamente acustici, che possono integrarsi e diventare un tutt'uno con l’ambiente che li ospita.

Si parte il 25 aprile con la sensualità del violoncello di Jaques Morelenbaum in trio con Lula Galvão alla chitarra acustica e Rafael Barata alla batteria. Il 7 maggio sul palco le vibrazioni della chitarra di Ralph Towner affiancato dal sax di Javier Girotto.

CremonaJazz prosegue il 21 maggio con una serata all'insegna del ritmo incalzante e delle melodie spigolose dei violini del Kronos quartet; per concludersi poi con il concerto del 27 maggio, con protagonisti le note del pianoforte di Carla Bley, il sax di Andy Sheppard e il basso di Steve Swallow.

In occasione di ogni concerto della rassegna, presso il bar Chiave di Bacco, saranno organizzati AperiJazz dalle ore 18.30, dove si potrà sorseggiare un bicchiere di vino in compagnia di buon jazz.

CremonaJazz è organizzato dalla società Unomedia e si avvale del Patrocinio del Comune e della Provincia di Cremona, mentre la direzione artistica è affidata a Gianni Azzali.

Per info e programma completo: http://italiajazz.it/attivita/festivals-e-rassegne/cremonajazz

Pubblicato: Giovedì, Aprile 6, 2017 - 07:48