In primo piano

Inizia il 4 maggio con uno dei talenti italiani indiscussi del pianoforte, Giovanni Guidi, la settima edizione di "Piano Jazz", il progetto del Circolo Culturale Controtempo dedicato alle molteplici declinazioni dello strumento oggetto della rassegna.

Tre date per un giro a 360° nel mondo delle sonorità jazz e della musica del mondo, organizzate, come da tradizione, negli spazi della Fazioli Concert Hall e, per la prima volta, nell'affascinante e insolita Tenuta Vistorta per il concerto domenicale. Controtempo anche quest'anno conduce il pubblico alla scoperta del pianoforte affidandosi a grandi nomi del panorama nazionale e internazionale: venerdì 4 maggio 2018, alle 20.45 (Fazioli Concert Hall) aprirà la rassegna il "Di Bonaventura Guidi Duo". Giovanni Guidi è il pianista prediletto di Enrico Rava, finissimo improvvisatore e raffinato compositore, Daniele Di Bonaventura è bandoneonista di grande sensibilità, attivo in varie situazioni, fra le quali il duo con il trombettista Paolo Fresu, con cui ha fra l’altro pubblicato per la Ecm il cd “In Maggiore” e composto ed eseguito la colonna sonora dell’ultimo film di Ermanno Olmi “Torneranno i prati”. Grazie alla loro capacità di mettersi e rimettersi continuamente in gioco, i due mettono al centro del loro mondo il sentimento vero, al servizio di una musica sempre ispirata, che trae suggestioni dal tango, dal blues, dal minimalismo, dal Mediterraneo, dall’Africa e da tanto altro ancora.

Domenica 13 maggio, alle 11, la novità del concerto al mattino (e con un brunch preparato da Cucina 33) nella Tenuta Vistorta di Sacile, con il piano solo di Enrico Zanisi: un concerto dall’alta intensità emotiva sprigionata dal talento creativo del giovane pianista romano, formazione primaria nell’ambito della musica classica, che ha modellato non solo la sua tecnica impeccabile ma anche la sua attenzione per la cura del suono e del dettaglio espressivo. Diplomato a 18 anni con lode al Conservatorio dell’Aquila, vincitore a soli 22 anni del premio Top Jazz della rivista Musica Jazz come “Miglior nuovo talento 2012”, ammesso alla facoltà di jazz alla “Manhattan School of Music” di New York, ha già alle spalle prestigiose collaborazioni sulla scena del jazz nazionale e internazionale.

Venerdì 18 maggio 2018, alle 20.45, ancora alla Fazioli Concert Hall di Sacile, "Marialy Pacheco & Joo Kraus. Duets" chiuderanno "Piano Jazz": una combinazione unica, risultato della miscela fra musica tradizionale cubana, ritmi afro-cubani, jazz contemporaneo e sonorità dei migliori club d’Europa. Lei è cubana, suona il pianoforte, “ama il blues, Monk ed Ellington, ed è swing come il diavolo!”. Prima donna a vincere il prestigioso Montreaux Jazz Piano Competition e prima pianista jazz al mondo a essere nominata "Bösendorfer Artist", è l’unica donna nell’attuale fila dei famosi pianisti jazz cubani come Roberto Fonseca, Omar Sosa o Gonzalo Rubalcaba. Il trombettista Joo Kraus viene dal funk jazz e musica da club. A 19 anni ha vinto il primo premio alla German National Competition "Jugend Musiziert" e nei primi anni Novanta ha fondato il duo hip-hop "Tab Two" con il bassista Helmuth Hattler. E Premio Echo Jazz come miglior trombettista nel 2013 e German Jazz Award (sesta volta) per l’album in solo “Public Jazz Lounge”.

Biglietti già in vendita nel circuito vivaticket. Prenotazioni e info: 347 4421717, ticket@controtempo.org

Programma al link http://www.italiajazz.it/attivita/festivals-e-rassegne/piano-jazz

Pubblicato: Venerdì, Maggio 4, 2018 - 09:18